martedì 27 giugno 2017

FONDI PER LE IMPRESE SOCIALI E FONDO EUROPEO PER LA DIFESA

Sostegno alle Imprese Sociali

Il Fondo europeo per gli investimenti (FEI) e Banca Etica hanno firmato qualche giorno fa il primo accordo di garanzia per l'imprenditoria sociale in Italia nell'ambito del programma dell'UE per l'occupazione e l'innovazione sociale (EaSI). Il nuovo accordo di garanzia permette a Banca Etica di offrire un totale di 50 milioni di euro a 330 imprenditori sociali nei prossimi 5 anni, a favore di imprese sia spagnole che italiane. Il bilancio totale del Programma EaSI, per tutta l'UE e per il periodo 2014-2020 è di circa 920 milioni di euro.

Sostegno alla "Difesa"

Sempre qualche giorno fa, i capi di Stato e di Governo dell'UE, riuniti nel Consiglio Europeo, si sono impegnati a sostenere un sistema europeo di Cooperazione Strutturata Permanente (PESCO) in materia di "difesa", a cui i paesi membri potranno aderire liberamente. La PESCO permetterebbe di superare le innumerevoli duplicazioni di spesa esistenti tra i 27 Stati membri, e di aumentare enormemente le nostre capacità di garantire sicurezza e difesa”. Con i risparmi assicurati dall'intervento europeo di "ottimizzazione" si finanzierà il FondoEuropeo per la Difesa, rivolto a sostenere le “capacità”, e garantire  “una base innovativa, competitiva ed equilibrata" per l'industria europea degli armamenti, oggi meglio noti come "equipaggiamenti di difesa". In materia di sviluppo delle "capacità" (cioè la ricerca e lo sviluppo tecnologico su nuovi "strumenti"), a partire da quest'anno l'UE concede 25 milioni di €, a cui faranno seguito ulteriori 90 milioni di EUR stanziati fino alla fine del 2019 e, dal 2020 in poi, 500 milioni di EUR all'anno. In materia di "Sviluppo e acquisizione" (per favorire la cooperazione tra gli stati membri nello sviluppo congiunto e nell'acquisizione di tecnologie e materiali, ad asempio la tecnologia dei droni o della comunicazione via satellite, o acquistare in blocco elicotteri per ridurre i costi...), il cofinanziamento offerto dall'UE sarà pari a una dotazione complessiva pari a 500 milioni di EUR per il 2019 e il 2020. Quindi 1 miliardo di EUR l'anno dopo il 2020 e, per il periodo successivo, una dotazione annua stimata di 1 miliardo di EUR
Ovviamente, il programma incentiverà i finanziamenti nazionali con un effetto moltiplicatore atteso pari a 5 e potrebbe pertanto generare investimenti complessivi nello sviluppo di capacità di difesa pari a 5 miliardi di
EUR l'anno dopo il 2020.

venerdì 23 giugno 2017

Risultati del Consiglio Europeo

 

Il Consiglio europeo del 22 e 23 giugno 2017 ha adottato conclusioni relative a: sicurezza e difesa, accordo di Parigi sui cambiamenti climatici, economia, migrazione ed Europa digitale.
Ecco le conclusioni......

mercoledì 14 giugno 2017

L'innovazione e la tenologia al servizio del cittadino - La Conferenza dei servizi sociali europei 2017

 
Si terrà a La Valletta (Malta) dal 26 al 28 giugno 2017 la Conferenza dei servizi sociali europei (ESSC): "L'innovazione e la tecnnologia al servizio del cittadino".

Si tratta dell’evento annuale principale dell’ European Social Network (ESN) che costituisce un’opportunità unica per discutere di un ampio ventaglio di questioni sociali strategiche, nonché per condividere migliori prassi e per fare networking con i circa 400 partecipanti.

martedì 13 giugno 2017

30 anni di "Erasmus": la Commissione celebra l'anniversario con il lancio di un'APP

Oggi l'UE celebra i 30 anni di "Erasmus", il suo programma di scambi all'estero che ha coinvolto finora 9 milioni di persone.
Per un programma destinato a sostenere oltre 4 milioni di persone nelle loro attività di studio, formazione e volontariato all'estero tra il 2014 e il 2020, l'applicazione mobile di Erasmus+ è un miglioramento importante che costituirà una guida per studenti, partecipanti a corsi di formazione e giovani durante tutta la loro esperienza Erasmus+,

DAILY NEWS

 

European Commission - Daily News

13 / 06 / 2017

giovedì 8 giugno 2017

Nuove iniziative della Commissione in materia di istruzione scolastica e superiore. Proposta sul monitoraggio dei percorsi di carriera dei laureati e diplomati



La Commissione ha adottato qualche giorno fa un pacchetto di nuove iniziative in materia di istruzione scolastica e superiore, inclusa una Proposta sul monitoraggio dei percorsi di carriera dei laureati e diplomati dell'istruzione terziaria per aiutare gli Stati membri a raccogliere informazioni in materia.
L'obiettivo generale di tali iniziative è aiutare gli Stati membri, mediante una serie di azioni concrete, a fornire a tutti i giovani un'istruzione inclusiva e di alta qualità, così che possano acquisire le conoscenze e le competenze necessarie per essere parte integrante della società, cogliere le nuove occasioni e sfide portate, ad esempio, dalla globalizzazione e dai cambiamenti tecnologici e adattare la propria istruzione alle esigenze del mercato del lavoro.
I giovani hanno bisogno di un'ampia gamma di competenze che consentano loro di riuscire nella vita, trovare lavori gratificanti ed essere cittadini impegnati, indipendentemente dalla loro provenienza. L'istruzione svolge un ruolo fondamentale per dare loro le migliori condizioni di partenza, ma è necessario agire per migliorare la qualità e i risultati dei sistemi di istruzione in Europa, in modo che possano tenere il passo con i cambiamenti sociali e raggiungere tutti i bambini e i giovani. Nel settore dell'istruzione le decisioni vengono adottate a livello nazionale e regionale, ma l'UE sostiene gli Stati membri nel pieno rispetto del principio di sussidiarietà.
Per quanto riguarda le scuole, i dati trasmessi dagli Stati membri evidenziano tre ambiti in cui è necessario intervenire e in cui il sostegno dell'UE può contribuire ad affrontare sfide importanti:
  • migliorare la qualità e l'inclusività delle scuole;
  • sostenere l'eccellenza degli insegnanti e dei dirigenti scolastici;
  • migliorare la gestione dei sistemi di istruzione scolastica.
La Commissione propone di integrare le iniziative degli Stati membri in questi tre settori sostenendo l'apprendimento reciproco, rafforzando gli elementi di prova a sostegno di ciò che funziona nell'ambito dell'istruzione e coadiuvando le riforme nazionali degli Stati membri che lo desiderano. Esempi di questo tipo di sostegno comprendono la promozione dello sviluppo di competenze e dell'apprendimento interculturale mediante partenariati scolastici, la mobilità tra scuole e i progetti e-Twinning nell'ambito del programma Erasmus+; il rafforzamento dell'apprendimento tra pari per quanto riguarda la carriera e lo sviluppo professionale di insegnanti e dirigenti scolastici; e la creazione di un nuovo meccanismo di sostegno per aiutare gli Stati membri che chiedono assistenza ad elaborare e attuare riforme nel settore dell'istruzione.
La nuova strategia per l'istruzione superiore si basa sul programma di modernizzazione del 2011. La Commissione delinea il suo programma per quattro ambiti chiave:
  • garantire che i laureati e diplomati dell'istruzione superiore abbiano acquisito alla fine degli studi le competenze di cui loro stessi e l'economia moderna hanno bisogno;
  • costruire sistemi di istruzione superiore inclusivi;
  • assicurarsi che gli istituti di istruzione superiore contribuiscano all'innovazione del resto dell'economia;
  • aiutare gli istituti di istruzione superiore e i governi a usare al meglio le risorse umane e finanziarie disponibili.
Infine, per garantire che l'istruzione superiore contribuisca a stimolare la crescita e a creare posti di lavoro, le università devono adattare i programmi alle esigenze attuali e future dell'economia e della società, e i futuri studenti hanno bisogno di una solida base di informazioni aggiornate che li aiuti a scegliere il corso di studi. Per questo motivo la Commissione sta contemporaneamente presentando una proposta di raccomandazione del Consiglio sul monitoraggio dei percorsi di carriera dei laureati e diplomati, nell'ambito della nuova agenda per le competenze per l'Europa, che, oltre ai laureati e diplomati dell'istruzione superiore, riguarderà anche i diplomati di programmi di istruzione e formazione professionale. Questo incoraggerà e aiuterà le autorità degli Stati membri a migliorare la qualità e la disponibilità delle informazioni sulla carriera o sul proseguimento dell'istruzione al termine degli studi.
La Commissione ha proposto inoltre un bilancio per i prossimi tre anni e una base giuridica specifica per il corpo europeo di solidarietà .
Contesto
Gli interventi presentati sono l'esito degli impegni assunti nell'ambito dell'iniziativa "Investire nei giovani d'Europa" del 7 dicembre 2016, in particolare della strategia per migliorare e modernizzare l'istruzione, con la quale la Commissione ha annunciato una serie di misure per aiutare gli Stati membri a fornire un'istruzione di alta qualità a tutti i giovani. Essa comprende una serie di iniziative volte ad aiutare gli Stati membri e le istituzioni a fornire un'istruzione di alta qualità a tutti i giovani, in linea con il primo principio fondamentale del pilastro europeo dei diritti sociali, secondo cui ogni persona ha diritto a un'istruzione, a una formazione e a un apprendimento permanente inclusivi e di qualità.
Le azioni sono inoltre coerenti con le ambizioni indicate nella dichiarazione di Roma del 25 marzo 2017, in cui i leader dell'UE si sono impegnati ad adoperarsi per realizzare "un'Unione in cui i giovani ricevano l'istruzione e la formazione migliori e possano studiare e trovare un lavoro in tutto il continente", e con i documenti di riflessione della Commissione sulla gestione della globalizzazione, del 10 maggio 2017, e sulla dimensione sociale dell'Europa, del 26 aprile 2017, che ricordano il ruolo centrale che l'istruzione e la formazione rivestono nel determinare la competitività e il futuro delle economie e delle società europee.
Gli ultimi risultati dell'indagine condotta nel quadro del Programma per la valutazione internazionale degli studenti (PISA) evidenziano carenze nello sviluppo delle competenze a livello di istruzione scolastica. Le scuole possono anche svolgere un ruolo più incisivo nel promuovere l'equità sociale e migliorare la risposta ai rapidi mutamenti tecnologici e digitali che incidono profondamente sulle nostre economie e società. Gli istituti di istruzione superiore, in aggiunta a questi ruoli, possono contribuire a stimolare l'economia delle regioni in cui si trovano e sono un elemento portante dell'innovazione.
Per ulteriori informazioni
MEMO/17/1402 – Domande e risposte
Scheda informativa sullo sviluppo delle scuole
Scheda informativa sulla modernizzazione dell'istruzione superiore
Maggiori informazioni sulla comunicazione e sui documenti di lavoro dei servizi della Commissione
Politica nel campo dell'istruzione superiore: http://ec.europa.eu/education/policy/higher-education_en

Lotta contro l'incitamento all'odio online: l'iniziativa della Commissione con le piattaforme di social media e la società civile

simboli internet
Un anno fa la Commissione europea e quattro grandi piattaforme di social media hanno adottato un codice di condotta per contrastare l'illecito incitamento all'odio online.
Tale codice contiene una serie di impegni da parte di Facebook, Twitter, YouTube e Microsoft per combattere la diffusione dell'incitamento all'odio online in Europa. In occasione del primo anniversario del codice è stata pubblicata una sua valutazione, svolta da ONG e organismi pubblici di 24 Stati membri, da cui emerge che le società informatiche hanno compiuto notevoli progressi nell'onorare gli impegni assunti.

giovedì 1 giugno 2017

INCONTRO SU: "L'ITALIA E I MIGRANTI: LE POLITICHE EUROPEE E LE PROPOSTE DELLE REALTÀ LOCALI"

Mani con disegno mondo
Il 9 giugno al Teatro Gioiosa di Gioiosa Ionica (Calabria) si tiene un interessante incontro rivolto a: illustrare le attività dell’Unione europea e delle istituzioni nazionali, regionali e locali in tema di migrazione, condividere le buone pratiche di accoglienza e integrazione dei migranti in Calabria e raccogliere le testimonianze degli operatori coinvolti nell'accoglienza e nell'integrazione dei migranti, per poi trasmetterle al Primo Vicepresidente della Commissione europea, Frans Timmermans.

Norme più semplici e un maggiore sostegno per i produttori ortofrutticoli europei



Da oggi le organizzazioni di produttori ortofrutticoli europei possono contare su normativa più semplice, oneri amministrativa ridotti e su di  un maggior sostegno finanziario in periodi di crisi.

Più sostegno dall’UE per capitali di rischio e imprese sociali


Grazie alla nuova normativa UE approvata dal Parlamento europeo, dal Consiglio e dalla Commissione, le piccole imprese, le imprese in espansione e le imprese sociali potranno beneficiare di un migliore accesso ai finanziamenti. Le nuove norme rientrano nello sforzo della Commissione volto a stimolare gli investimenti in venture capital (capitale di rischio) nell’UE.

'Europa in movimento: iniziativa della Commissione per una mobilità pulita, competitiva e interconnessa

La Commissione europea punta a modernizzare la mobilità e i trasporti a livello europeo. Lo scopo è aiutare il settore a rimanere competitivo nel quadro di una transizione socialmente equa verso l'energia pulita e la digitalizzazione. 
 "L'Europa in movimento" racchiude varie iniziative ad ampio raggio che consentiranno di: rendere il traffico più sicuro; incoraggiare l'adozione di sistemi di pedaggio più equi; ridurre le emissioni di CO2, l'inquinamento atmosferico e la congestione del traffico; ridurre gli oneri burocratici per le imprese; combattere il fenomeno del lavoro nero e garantire ai lavoratori condizioni e tempi di riposo adeguati. I benefici a lungo termine si estenderanno ben oltre il settore dei trasporti, in quanto tali misure promuoveranno l'occupazione, la crescita e gli investimenti, rafforzeranno l'equità sociale, amplieranno le possibilità di scelta dei consumatori e porranno con decisione l'Europa sul binario della diminuzione delle emissioni.

IL 30 GIUGNO SCADE IL TERZO BANDO INTERREG EUROPE

Scadrà il 30 giugno 2017 la procedura online per candidare il vostro progetto nel quadro del terzo Invito a presentare Proposte del Programma di Cooperazione interregionale Interreg Europe 2014-2020 . Sempre  online trovate tutta la documentazione utile per la partecipazione al bando nonchè vari documenti di approfondimento. E' previsto inoltre il supporto tecnico ai candidati da parte del Segretariato Congiunto del Programma Interreg Europe, che fornirà  suggerimenti personalizzati sulle idee che si intendono candidare.

venerdì 26 maggio 2017

Settimana europea dell'Energia Sostenibile 2017

EUSEWla Settimana europea dell'Energia Sostenibile 2017, si svolgerà a Bruxelles dal 19 al 25 giugno 2017. Energy Days organizzati durante tutto il mese di giugno in tutta Europa.

Strumento di garanzia per i settori culturali e creativi

Di cosa si tratta?

Nel contesto di un accesso limitato ai finanziamenti per i settori culturali e creativi, il programma Europa creativa (2014-2020) della Commissione europea ha stanziato 121 milioni di EUR per un meccanismo finanziario che funge da assicurazione per gli intermediari finanziari (ad esempio le banche) che offrono finanziamenti a iniziative dei settori culturali e creativi. Il programma dovrebbe avere un effetto catalizzatore e generare 600 milioni di EUR in prestiti e altri prodotti finanziari. È inoltre prevista una formazione per aiutare gli intermediari finanziari a capire meglio le esigenze dei progetti del settore culturale e creativo, allo scopo di accrescere il loro impegno con questi settori.
Il sistema di garanzia è gestito dal Fondo europeo per gli investimenti (parte del gruppo della Banca europea per gli investimenti) a nome della Commissione europea, e mira a rafforzare la capacità finanziaria e la competitività delle imprese dei settori culturali e creativi.

lunedì 22 maggio 2017

Commissione europea e BCE scoprono le carte: il motore di tutto sono i cittadini che consumano e contraggono debiti!!

Il 19 maggio scorso si è tenuta a Bruxelles la Conferenza annuale tra Commissione europea e Banca Centrale Europea sull' integrazione e la stabilità del settore finanziario. Impressionanti le conclusioni fornite nella "Relazione sulla revisione in materia di stabilità e integrazione finanziarie in Europa (EFSIR)" pubblicata dalla Commissione europea in concomitanza con l'evento.

La Relazione, che da un lato pare evidenzi "una tendenza positiva della ripresa dell’economia europea", dall'altro individua i consumi dei privati come "principale motore della crescita". Ma non basta. La spinta al consumo sarebbe sostenuta "da un aumento del credito bancario" e da un "quadro di regolamentazione e vigilanza migliorato". 
Ossia: 
1) Senza consumo è la fine!;  
2) più le famiglie si indebitano per consumare e meglio è; 
3) Se sgarrano e non restituiscono il credito con gli interessi sarà più facile pignorare. 
La relazione rileva inoltre che, sebbene permangano "alcune difficoltà" (che ben conosciamo e che, in ogni caso, saremo chiamati noi a risolvere) le banche dell’UE "sono molto più stabili che in passato: sono meglio capitalizzate e hanno modelli d’impresa più solidi". Si ammette, in pratica, che sinora l'intero sistema era governato dall'instabilità!
La relazione completa e un comunicato stampa sono disponibili online. Il programma della conferenza è disponibile qui e l’evento è trasmesso in web streaming qui.

Consultazione pubblica sulla promozione dell’inclusione sociale e dei valori condivisi dell’UE attraverso l’istruzione



In che modo l’istruzione in Europa dovrebbe aiutare i giovani ad affermarsi in società sempre più diversificate alle prese con l'aumento delle diseguaglianze sociali ed economiche, un dibattito polarizzato e l'estremismo violento? È questa la domanda principale di una consultazione pubblica avviata dalla Commissione europea.

Per partecipare alla consultazione pubblica si deve rispondere ad un questionario on line, accessibile fino all’11 agosto. Le risposte saranno tenute in considerazione nell’elaborazione di un progetto di raccomandazione del Consiglio sul tema, che sarà presentato entro la fine dell’anno. La raccomandazione è stata annunciata nella comunicazione della Commissione "Sostenere la prevenzione della radicalizzazione che porta all’estremismo violento".
Ulteriori informazioni su come affrontare la radicalizzazione violenta attraverso l’istruzione e le iniziative per la gioventù sono disponibili in questa scheda informativa.

Al via la settima edizione del concorso "Una vignetta per l'Europa"

 
La Rappresentanza in Italia della Commissione europea in collaborazione con Internazionale e con la partecipazione di Voxeurop anche quest'anno ha indetto la settima edizione del concorso per premiare la migliore vignetta politica pubblicata sulla stampa italiana negli ultimi mesi.
19-05-2017
Dal 19 maggio fino al 4 luglio, puoi presentare le tue  vignette che a partire dal 15 luglio potranno essere votate dal pubblico su facebook.com/internazionale.
 
Le 5 migliori vignette saranno dichiarate  dall'insieme dei voti del pubblico a quello della giuria composta da giornalisti e vignettisti.
 
La premiazione avrà luogo durante l'edizione 2017 del festival di Internazionale a Ferrara.
 
Per maggiori informazioni sulle modalità di partecipazione scarica il bando del concorso:

Parlamento Europeo: risultati della Plenaria di Maggio: ricollocazione dei rifugiati, lotta all’omofobia, Ungheria, Brexit

Questi i punti chiave della plenaria che si è appena conclusa: la visita del Segretario generale ONU, il dibattito sui negoziati Brexit, la risoluzione sul ricollocamento dei rifugiati e molto altro.
https://www.europarltv.europa.eu/it/programme/eu-affairs/from-refugees-to-food-waste-5-numbers-to-take-away-from-strasbourg
Giovedì 18 maggio il Parlamento ha approvato le leggi che permetteranno a chi ha un abbonamento a un servizio di contenuti online di accedervi anche se in viaggio in un altro paese UE. Le nuove regole dovrebbero entrare in vigore entro un anno.

Il Segretario generale delle Nazioni Unite, António Guterres, si è rivolto alla plenaria mercoledì 17. Ha parlato della situazione in Siria, della crisi dei rifugiati e dell’importanza del ruolo dell’UE nel mondo.

Mercoledì 17 maggio si è discusso con Michel Barnier e Donald Tusk circa il Consiglio europeo del 29 aprile sul Brexit. I deputati hanno espresso apprezzamento per l’unità dimostrata dai leader dei 27 paesi UE in vista dei negoziati con il Regno Unito. Hanno però anche chiesto una riforma dell’Unione.

Il “serio deterioramento dello stato di diritto e della democrazia” in Ungheria è stato condannato dai deputati europei. Mercoledì 17 hanno votato per invocare l’avvio dell’articolo 7 (1) del trattato dell’Unione europea per stabilire se ci sia “un chiaro rischio di una grave infrazione” dei valori dell’Unione europea.

Sono ancora tanti i migranti ogni anno che rischiano la vita nel tentativo di attraversare il Mediterraneo. Italia e Grecia si trovano in prima linea in questa crisi e non possono essere lasciate sole: questo è quello che hanno dichiarato i deputati con una risoluzione per un efficace sistema di ricollocamento approvata giovedì 18 maggio. Nel dibattito di martedì 16 maggio i deputati hanno accusato i governi nazionali di scarsa cooperazione nel trasferimento dei rifugiati.

In preparazione alla Giornata internazionale contro l’omofobia e la transfobia (IDAHOT) del 17 maggio, i deputati martedì 16 maggio hanno discusso le persecuzioni a danno di omosessuali in Cecenia rivelate da media indipendenti e organizzazioni per i diritti umani russi. Giovedì 17 maggio è stata votata una risoluzione che invoca un’investigazione urgente da parte delle autorità russe.

Gli 88 milioni di tonnellate di cibo sprecato ogni anno nei paesi dell’Unione europea rappresentano un vero problema sociale e ecologico. I deputati vogliono che questo spreco sia ridotto del 30% entro il 2025 e del 50% entro il 2030 (rispetto alle rilevazioni del 2014).

Il Parlamento ha rifiutato per una seconda volta la lista nera di paesi a rischio di riciclaggio di denaro proposta dalla Commissione Europea. La lista proviene dalla Task force internazionale per l’azione finanziaria (Financial Action Task Force) e i deputati vogliono che l’Unione europea organizzi un procedimento autonomo e indipendente per giudicare se alcuni paesi rappresentano una minaccia di criminalità finanziaria.

Mercoledì il Parlamento ha approvato i 2.641.800€ di aiuti UE per il ricollocamento professionale di 821 lavoratori informatici della ex-Nokia in Finlandia, affinché ricevano formazione e accompagnamento nella ricerca del lavoro.

Gli effetti negativi della globalizzazione sulla società devono ancora essere pienamente affrontati e i suoi vantaggi devono essere meglio distribuiti. Questo il punto di vista dei deputati che martedì hanno sottolineato come la globalizzazione sia considerata responsabile della pressione sul mercato del lavoro e questo abbia a sua volta un ruolo nella crescita del populismo. Ecco quello che il Parlamento ha fatto finora per affrontare al meglio la globalizzazione.

Consiglio “Giustizia e affari interni” del 18.5.2017

 Principali risultati

https://static.council-tvnewsroom.eu/aa606868-3bff-11e7-b9e0-bc764e092fac/115021-JHA-Council-Highlights_PRV.mp4

Riforma del sistema europeo comune di asilo

I ministri hanno discusso informalmente dell'applicazione efficace dei principi di responsabilità e solidarietà nel contesto della riforma del sistema europeo comune di asilo. La presidenza proseguirà gli sforzi volti a far avanzare i lavori in materia.

Lotta alla criminalità organizzata e alle forme gravi di criminalità

Il Consiglio ha adottato conclusioni che fissano le priorità dell'UE nella lotta alla criminalità organizzata e alle forme gravi di criminalità nel ciclo programmatico 2018-2021. Nelle conclusioni sono state individuate dieci priorità dell'UE in materia di lotta alla criminalità: cibercriminalità, stupefacenti, agevolazione dell'immigrazione illegale, reati organizzati contro il patrimonio, tratta degli esseri umani, frode in materia di accise e frode intracomunitaria dell'operatore inadempiente, armi da fuoco, criminalità ambientale, fondi di origine illegale e riciclaggio dei proventi nonché falso documentale.

Sicurezza aerea

La Commissione europea ha informato i ministri in merito alla riunione tenutasi tra l'UE e gli Stati Uniti il 17 maggio 2017 per discutere di questioni relative alla sicurezza aerea e, in particolare, alle procedure di sicurezza per i dispositivi elettronici di grandi dimensioni.

Altri punti

Si sono tenute discussioni informali tra i ministri dell'interno e i ministri della difesa nonché tra i ministri dell'interno e i ministri dello sviluppo.
Oggi abbiamo partecipato a due riunioni congiunte molto interessanti con i ministri della difesa e i ministri dello sviluppo. Il dialogo tra le varie formazioni del Consiglio ha evidenziato l'esigenza di maggiori coordinamento e coerenza tra le varie politiche e accrescerà auspicabilmente l'efficacia dei lavori dell'UE nel settore della migrazione e della lotta al terrorismo."
Carmelo Abela, ministro maltese dell'interno e della sicurezza nazionale

mercoledì 10 maggio 2017

QUESTO POMERIGGIO, DALLE 15 IN POI, EUYOU SARA' IN DIRETTA DA BRUXELLES

L'obiettivo dell'incontro,  organizzato dalla Corte dei Conti dell'UE nella sede di Bruxelles del Parlamento Europeo, è quello di analizzare se i programmi comunitari stiano fornendo risultati concreti sul mercato del lavoro e se costituiscano un adeguato sostegno per i giovani.
L'incontro riunisce esperti di alto livello delle istituzioni dell'UE,operatori del settore, rappresentanti dei giovani e dei datori di lavoro, nonché altri soggetti pubblici e privati coinvolti nell'ambito delle politiche giovanili. E' previsto anche uno scambio di opinioni e di idee sui programmi dell'Unione europea rivolti ai giovani in particolare nel settore dell'occupazione. Si rifletterà sui progressi da perseguire in merito alle azioni volte a promuovere l'occupazione giovanile. La base dei lavori sarà la recente relazione speciale della Corte dei Conti: "Disoccupazione giovanile: le politiche dell’UE hanno migliorato la situazione?Una valutazione della Garanzia per i giovani e dell'Iniziativa a favore dell'occupazione giovanile".
 

Programme

Please note that the conference will be held in English only and no interpretation will be provided.

10 May 2017

15.00 – 15.20: Welcome address
  • Antonio Tajani, President of the European Parliament
  • Klaus-Heiner Lehne, President of the European Court of Auditors
 
15.20 – 15.40: Keynote speech
  • Valdis Dombrovskis, Vice-President for the Euro and Social Dialogue, European Commission
 
15.40 – 15.45: Video - ECA's special report on Youth Employment
 
15.45 – 16.25: Speeches - Youth Guarantee and Youth Employment Iniative - Assessment of progress made
  • Iliana Ivanova, Member of the European Court of Auditors, Dean of Chamber II
  • Marianne Thyssen, Member of the European Commission for Employment, Social Affairs, Skills and Labour Mobility
 
16.25 – 16.30: Video - Young people's testimonials
 
16.30 – 17.10: Panel discussion on youth employment - the way forward for policy makers
  • Moderator: Mark Rogerson, Spokesperson of the European Court of Auditors
  • Fons Leroy, President of European Network of Public Employment Services
  • Tom Bevers, Chairman of the Employment Committee of the European Union (EMCO)
  • Michel Servoz, Director-General of DG Employment, Social Affairs and Inclusion, European Commission
  • Derek Vaughan, MEP, Vice-Chair of the European Parliament's Budgetary Control Committee
  • Romana Tomc, MEP, Member of the Committee on Employment and Social Affairs 
 
17.10 – 17.50: Panel discussion on youth employment - the way forward for the labour market
  • Moderator: Martina Dlabajova, MEP, Vice-Chair CONT Committee on Budgetary Control and Member of the Committee on Employment and Social Affairs 
  • Massimiliano Mascherini, Senior Research Manager, Social Policies, European Foundation for the Improvement of Living and Working Conditions
  • Carina Autengruber, Vice-President of the European Youth Forum (YFJ)
  • Liliane Volozinskis, Director for Social Affairs and Training Policy, European Association of Craft, Small and Medium-sized Enterprises (UEAPME)
  • Maxime Cerutti, Director, Social Affairs Department, Businesseurope
  • Thiébaut Weber, ETUC Confederal Secretary
 
17.50 – 18.10: Closing remarks
  • Evarist Bartolo, Minister for Education and Employment, Malta
  • Iliana Ivanova, Member of the European Court of Auditors, Dean of Chamber II
 
Cocktail Reception

giovedì 4 maggio 2017

EUROPA CREATIVA: opportunità e ricerche di partner nel settore della cultura

Music Moves Europe – Presenta il tuo Progetto alla fiera internazionale Midem 2017.
Se hai una "Start up" che opera nel settore della consulenza in ambito musicale o nel trattamento di dati musicali, partecipa all'iniziativa Midem, la fiera internazionale dell'industria della musica.

Il 9 Maggio prossimo, Europa Creativa Cultura-España organizza un workshop sulla ricerca di partner europei. All'evento parteciperanno i rappresentnati degli uffici EUROPA CREATIVA di Svezia, Grecia) e Slovenia. Posti limitati. Tutte le info e la domanda di iscrizione qui
La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Brescia ricercano partner per la presentazione di un progetto nel quadro del Programma culturale EUROPA CREATIVA. Si tratta di un progetto di cooperazione su larga scala nel settore delle arti sceniche. Il progetto mira a produrre nuove opere artistiche in collaborazione tra artisti e cittadini di seconda e terza generazione di immigrati.
+info europacreativa.cultura@mecd.es 
L' Associazione dell'Ucraina Dofa.Fund ha lanciato un bando per selezionare manager o progettisti culturali dell'UE, interessati a partecipare a un incontro destinato all'elaborazione congiunta di un progetto di residenza per 50 artisti provenienti da diversi paesi. 

La rete portoghese di teatri Artemrede Teatros Associados cerca partner per partecipare al Programma culturale Europa creativa in relazione ad azioni di sostegno per l'integrazione dei profughi. Artemrede è una rete di 14 teatri di 14 città dell'area metropolitana di Lisbona.
+ info: Europacreativa.Cultura@Mecd.Es
LABORATORIO DI SCRITTURA DI SCENEGGIATURE
Perfeziona la sceneggiatura del tuo progetto di #fiction o #documentario nel laboratorio di #escrituradeguiones. La 3 ª edizione del laboratorio di scrittura di sceneggiature è organizzato da Europa Creativa MEDIA Andalucía e Sources 2.
Il Corso è curato da Gualberto Ferrari e si terrà i giorni 18 e 19 settembre 2017 a Siviglia.
La partecipazione è gratuita.
Presenta la tua domanda via e-mail a info@europacreativaandalucia.es entro il 30 maggio 2017.
Informazioni complete e richiesta di partecipazione qui: http://lajunta.es/13nd2

 

mercoledì 3 maggio 2017

Nuovo piano d'azione per rafforzare la protezione della natura e della biodiversità



La Commissione europea ha adottato un nuovo piano d'azione per aiutare le regioni europee a tutelare la biodiversità e a sfruttare i benefici economici derivanti dalla protezione della natura.Il piano è composto da 15 azioni, da realizzare entro il 2019, finalizzate a migliorare rapidamente l'attuazione delle direttive Uccelli e Habitat, che costituiscono le politiche faro dell'UE in materia di natura.

La Commissione presenta il pilastro europeo dei diritti sociali

Il pilastro stabilisce 20 principi e diritti fondamentali per sostenere il buon funzionamento e l'equità dei mercati del lavoro e dei sistemi di protezione sociale. Nelle intenzioni, esso è destinato a servire da bussola per un nuovo processo di convergenza verso migliori condizioni di vita e di lavoro in Europa. Il pilastro è concepito principalmente per la zona euro ma è applicabile a tutti gli Stati membri dell'UE che desiderino aderirvi. I principi e diritti sanciti dal pilastro sono articolati in tre categorie: pari opportunità e accesso al mercato del lavoro, condizioni di lavoro eque e protezione e inclusione sociali. Essi pongono l'accento sulle modalità per affrontare i nuovi sviluppi nel mondo del lavoro e nella società al fine di realizzare la promessa, contenuta nei trattati, di un'economia sociale di mercato fortemente competitiva, che mira alla piena occupazione e al progresso sociale.

Facciamo rispettare la normativa ambientale!!!

La Commissione europea ha adottato un documento di orientamento sull’accesso alla giustizia in materia ambientale che chiarisce le modalità per le persone fisiche e le associazioni per contestare dinanzi ai giudici nazionali decisioni, atti od omissioni di autorità pubbliche connesse al diritto ambientale dell’Unione. In sintesi, le autorità pubbliche che non rispettano i diritti e gli obblighi previsti dalla normativa ambientale possono essere chiamate a risponderne dal pubblico.

SETTIMANA EUROPEA DELLA GIOVENTÙ: i giovani e la futura politica dell’UE per la gioventù


È in corso l’ottava edizione della Settimana europea della gioventù (1-7 maggio) con un programma ricco di eventi e attività organizzate in tutti e 33 i paesi partecipanti al programma Erasmus+ che, in questo periodo, festeggia i suoi 30 anni di attività. Con lo slogan "Shape it, move it, be it" (Plasmala, muoviti, vivila), si incoraggiano i giovani a partecipare ai dibattiti sul futuro della politica dell’UE per la gioventù, ad andare all’estero con il programma Erasmus+ e a partecipare al Corpo europeo di solidarietà, inaugurato di recente, che offre loro l'opportunità di esprimere la propria solidarietà nei confronti delle persone in difficoltà.

Al via la campagna "L’Europa nella mia regione" 2017: scopri un progetto finanziato dall’UE vicino a te



Prende il via la campagna "L'Europa nella mia regione" e nel mese di maggio centinaia di progetti finanziati dall’UE apriranno le porte al pubblico. Trovane uno vicino a te sulla mappa interattiva. Per consentire ai cittadini di condividere le loro esperienze sono organizzati anche concorsi fotografici e per blogger.
Per saperne di più sulla campagna, visitate questa pagina.

mercoledì 26 aprile 2017

Meccanismo per collegare l'Europa: Bando da 800 milioni di euro per il settore energetico

La Commissione europea ha pubblicato un bando da 800 milioni di euro per progetti di interesse comune (PIC) nel quadro del Programma di lavoro 2017 del Meccanismo per collegare l'Europa (Connecting Europe Facility - CEF), in relazione al settore Energetico.

Concorso fotografico organizzato dal gruppo PSE del Comitato europeo delle regioni:"La mia Europa, i miei diritti"

È il momento di difendere i tuoi diritti, prendere la tua macchina fotografica e iniziare a fotografare!

Avvenimenti recenti hanno dimostrato una volta di più che nulla - neppure i nostri diritti più essenziali - può essere dato per scontato. Sia in paesi dell'Unione europea (UE) che in paesi terzi, negli ultimi mesi si sono verificati abusi di potere, violenze e attentati ai diritti umani fondamentali - tutti eventi che mettono a rischio i valori europei fondamentali. Sei consapevole diquali siano i nostri diritti fondamentali? Vale la pena di lottare per questi diritti? Credi sia giusto rinunciare a taluni diritti al fine di mantenere gli altri? Vi sono diritti riservati soltanto a un gruppo selezionato di persone e non garantiti a tutti? Il concorso fotografico "La mia Europa, i miei diritti", organizzato dal gruppo PSE del Comitato europeo delle regioni*, rivolto a fotografi sia dilettanti che professionisti, ti invita a interpretare, con una semplice immagine, questo tema di estrema attualità. Sei a corto d'idee? Per offrirti qualche spunto, ti abbiamo fornito un "briciolo di ispirazione" sul sito web del concorso.

Regioni a basso reddito e a bassa crescita:percorsi chiari con l'aiuto dei fondi UE

In una recente Relazione la Commissione Europea spiega come la politica di coesione dell'UE può sostenere le regioni in ritardo nella crescita e a basso reddito.

CONSIGLIO DEI MINISTRI EUROPEI "AFFARI GENERALI" DEL 25 aprile 2017

https://static.council-tvnewsroom.eu/686d6626-29c2-11e7-8a58-bc764e093073/114620-GAC_Council-Highlights_PRV.mp4

 Ecco i principali risultati:

Perché la politica di coesione è importante

domenica 23 aprile 2017

QUANTO È COMPETITIVA LA NOSTRA REGIONE?



L'Indice di Competitività Regionale (RCI) è un indicatore statistico predisposto dalla Commissione europea nel 2010 in base all'approccio dell'indice di competitività globale del Forum Economico Mondiale. Si tratta della prima misurazione in grado di fornire una prospettiva europea sulla competitività delle regioni dell'UE. Viene pubblicato ogni tre anni e dovrebbe consentire alle regioni di monitorare e valutare nel tempo - anche rispetto ad altre regioni d'Europa - il proprio livello di competitività e di sviluppo regionale,  intesi come la capacità di una regione di offrire un ambiente attraente e sostenibile per le imprese e per i cittadini che vi vivono e vi lavorano.

mercoledì 19 aprile 2017

L'UE e lo Sport


Lo sport e l'attività fisica sono una parte essenziale della vita di milioni di europei. L'agenda politica dell'UE comprende il nuovo programma Erasmus+, che promuove la cooperazione, il dialogo e la partecipazione