mercoledì 11 luglio 2018

Agenda piena e variopinta per i ministri della giustizia e degli affari interni

giustizia
©EU

Domani e dopodomani, 12 e 13 luglio, si tiene a Innsbruck (Austria) una riunione informale del Consiglio "Giustizia e affari interni" dell'UE.
Domani mattina il Commissario Europeo Avramopoulos parlerà di gestione delle frontiere e di asilo con i Ministri dell’Interno tra cui, fresco di nomina, Matteo Salvini. Durante il pranzo si parlerà di promozione dei valori europei e, ovviamente, di lotta all’antisemitismo e di protezione delle comunità e delle istituzioni ebraiche in Europa. La sessione pomeridiana sarà dedicata alla cooperazione di polizia e si concentrerà sulla lotta contro il traffico di esseri umani e sulla polizia di prossimità.
Venerdì mattina la Commissaria Jourová e il Commissario King si uniranno ai Ministri della Giustizia per discutere di prove elettroniche, che permetteranno alle autorità di polizia e giudiziarie di ottenere più facilmente e più rapidamente e-mail, documenti sul cloud, sms o messaggi di app, etc.., direttamente dai provider che offrono servizi nell'Unione e sono stabiliti o rappresentati in un altro Stato membro, indipendentemente dall'ubicazione dei dati.

I Ministri della Giustizia parleranno anche di cooperazione giudiziaria in materia civile, prima di passare al mutuo riconoscimento in materia penale. È prevista una conferenza stampa intorno alle 11:45, che potrà essere seguita online. Venerdì mattina si terrà anche una riunione informale con i Ministri della Giustizia e dell’Interno del Partenariato orientale per discutere di lotta alla corruzione in seno alle autorità di sicurezza e giudiziarie.

La Corte dei Conti dell'UE sul Bilancio: Va bene la flessibilità ma fateci conoscere i risultati!

La Corte dei Conti dell'UE si è pronunciata sulla proposta del futuro bilancio dell'Unione raccomandando una maggiore enfasi sul valore aggiunto dell'intervento Europeo ossia, in sintesi, accogliendo le proposte per una "maggiore flessibilità" ritiene fondamentale che questa sia accompagnata da un più incisivo orientamento sui risultati. 
Secondo il nuovo documento informativo della Corte dei Conti Europea, i cambiamenti proposti dalla Commissione in relazione alle priorità della Spesa "non sono chiaramente spiegate nella proposta ne corroborate dai risultati pubblicati nella valutazione da parte della Commissione circa il valore aggiunto dei programmi di spesa dell'UE..".

Gli esperti a Junker: date più poteri alle autorità locali e regionali.


Nel novembre del 2017 la Commissione europea ha incaricato un gruppo di esperti di analizzare e dare risposte su come l'UE possa “fare meno in modo più efficiente”. In particolare, la "task force"  è stata incaricata di fornire risposte in merito a 3 quesiti:
  1.  come migliorare l'applicazione dei principi di sussidiarietà e di proporzionalità * all'interno delle istituzioni dell'UE; 
  2. come migliorare la partecipazione delle autorità regionali e locali e dei parlamenti nazionali alla definizione e attuazione delle politiche dell'UE; 
  3. se esistano settori nei quali le competenze potrebbero essere progressivamente riattribuite agli Stati membri.

lunedì 9 luglio 2018

PROGRAMMA LIFE+: il sostegno finanziario Europeo per l'Ambiente e il clima

 
Il Programma Life+ fornisce un sostegno finanziario ai progetti per la tutela e la valorizzazione dell’ambiente ed a interventi  per il clima. In particolare,  LIFE+ concerne i seguenti Obiettivi Generali:

mercoledì 4 luglio 2018

Europa Creativa, il programma europeo per la Cultura



Europa Creativa è il programma europeo di sostegno per i settori culturali e creativi per il periodo 2014-2020. Le associazioni culturali, gli artisti, le Case editrici, le Università, i Centri di Ricerca e tutti gli enti ed i soggetti che in Europa operano in campo culturale rappresentano un patrimonio  europeo estremamente importante per sostenere i valori e l'identità dei Popoli europei "Uniti nelle Diversità". Svolgono anche un ruolo di particolare importanza nella creazione di numerosi posti di lavoro, soprattutto in un momento in cui l'Europa si sforza di uscire dall'attuale crisi economica e di valori. Purtroppo, nonostante negli ultimi anni si siano registrati tassi di crescita superiori alla media e in vari Paesi dell'UE, questi settori devono ancora far fronte a numerose sfide e difficoltà. 

Elezioni europee 2019: Favorire la partecipazione dei cittadini



Il 9 luglio avrà luogo a Genova  un incontro per promuovere la partecipazione dei cittadini alle prossime elezione del Parlamento europeo. 

All'incontro prenderanno parte: Massimo Gaudina, capo della Rappresentanza della Commissione europea a Milano;  Bruno Marasà, responsabile Ufficio del Parlamento europeo a Milano; Cesare Torre, direttore Marketing della Città, Turismo, Relazioni Internazionali del Comune di Genova; Filippo Paganini, presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Liguria. Modera Carlotta Gualco, direttrice del Centro in Europa.
Le Istituzioni europee, a cominciare dal Parlamento europeo e dalla Commissione europea, hanno già intrapreso un forte impegno per garantire che le Elezioni europee del maggio 2019 consentano al maggior numero possibile di cittadini di esprimere la loro opinione sull’Unione europea e il suo futuro. L’incontro ha lo scopo di informare soprattutto giornalisti e professionisti della comunicazione sulle opportunità e i nuovi strumenti già messi a punto o in fase di lancio, e al contempo ricevere dai partecipanti spunti e proposte per accrescere la partecipazione dei cittadini al voto.
La partecipazione è gratuita ma è necessario iscriversi inviando una e-mail  qui (link sends e-mail)

L'UE finanzia nuovi strumenti e tecnologie per ammazzare le persone

Strasburgo (Francia), 3 luglio - Il Parlamento Europeo (PE) ha adottato il primo programma tutto europeo per finanziare lo sviluppo di nuovi strumenti, prodotti e tecnologie per ammazzare la gente (detto così è un pò rude ma, in fondo, a cosa servono le armi se non a questo?), aumentare le spese in tale settore e promuovere l'innovazione sui mezzi per controllare meglio le persone, anche nel web. Nel frattempo si tagliano i fondi per le politiche regionali, sociali, l'agricoltura, la sanità, la cultura, l'istruzione.....